Associazione Lo Scarabocchiatore

Ecco l’immagine creata da David Messina per “Space Monkeys”

LIFF10 – Lamezia International Film Fest: ecco l’immagine creata da David Messina per “Space Monkeys” di Aldo Iuliano. Per la prima volta un fumettista internazionale ha realizzato in live performance l’immagine promozionale di un film

SPACE COMIX: IL CINEMA DISEGNATO – un evento senza precendenti in nessun altro festival cinematografico ha avuto luogo al LIFF10 – Lamezia International Film Fest.

Nella cornice storica dei Giardini del 900, durante la visione del film Space Monkeys, di Aldo Iuliano, prodotto dalla Calabria Film Commission, il fumettista David Messina ha dato vita a un’opera unica, ispirato direttamente dalla visione delle immagini del lungometraggio del regista di Crotone. L’illustrazione, realizzata dal vivo durante la proiezione, in una live art performance, sarà poi utilizzata per la promozione ufficiale del film stesso.

“Per realizzare questa illustrazione, in un tempo di lavorazione limitato alla proiezione del film, mi sono concentrato soprattutto sugli elementi simbolici presenti nella pellicola.
Come Able, l’intelligenza artificiale domotica, che governa in maniera subdola le scelte dei ragazzi e sulla simbologia della scimmia ben rappresentata nel film dalle onnipresenti maschere”
,

ha dichiarato David Messina.


“La parte più complessa è stata riutilizzare una palette cromatica che restituisce fedelmente quella del film, ricercata ed estremamente moderna. La porta, altro simbolo ricorrente nel lavoro di Iuliano, mi era sembrata la giusta cornice per il futuro inquietante a cui la storia sembra condannare le nuove generazioni e tutti noi con loro”.

Space Monkeys ha un impianto fortemente visuale, e l’uso del digitale rende le sue immagini perfette, levigate, cristalline.
Aldo Iuliano aveva dato già ottima prova di sé con le sue storie di pochi minuti, grazie ad uno sguardo sicuro e ad una tecnica da professionista.
Ora affronta il passaggio al lungo con l’arroganza necessaria di chi sa bene di possedere uno sguardo proprio, ma soprattutto di avere solide basi tecniche: Space Monkeys vince perché è un film costruito sulle immagini, sullo schermo (di)mostra che ciò che si vede è ciò che è: in questo modo, il film ha un timbro estetico preciso, con un’ambientazione da arthouse ostentata che racchiude in un guscio i cinque corpi protagonisti.

ALDO IULIANO

Nasce a Crotone il 18 giugno 1980. Regista e disegnatore di fumetti, consegue nel 2005 la laurea in Scienze della Comunicazione con una tesi sui punti di contatto tra il linguaggio cinematografico e quello dei comics (relatore: Italo Moscati). Per il cinema ha realizzato con suo fratello sceneggiatore Severino ben 15 cortometraggi indipendenti 

premiati in Italia e all’estero. Ha lavorato per Rai, Mediaset, Sky, ha diretto spot, videoclip, serie web, format TV.
Il suo ultimo cortometraggio, Penalty, ha vinto il Globo d’oro 2017, è stato in cinquina ai Nastri d’Argento 2017, ha vinto il premio SIAE “Miglior cortometraggio” (I LOVE GAI) alla 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, ha collezionato oltre 45 premi interna- zionali, è stato in Official Selection in quattro Festival del circuito Academy Awards ed è arrivato ad essere ufficialmente Elegible per gli Oscar 2018.

Aldo insegna attualmente regia alla Dam Academy, ha svolto corsi di regia e storytelling visivo all’Università degli studi di Teramo e in diverse scuole. È stato anche ospite del prestigioso Pembroke College per tenere una masterclass di cinema su Penalty. Il suo primo lungometraggio è Space Monkeys, prodotto da Freak Factory e Raicinema.

DAVID MESSINA

Classe 1974, dal 2005 lavora nel mercato americano, principalmente come disegnatore per la IDWpublishing, per la quale ha disegnato quattro miniserie basate sulla serie televisiva di Joss Whedon, Angel (The Curse, Old Friends, Auld Lang Syne, Angel: Smile Time, Angel: Only Human) ed alcuni one shot.

Sempre per lo stesso editore ha realizzato le seguenti miniserie di Star Trek: Star Trek: Klingons, Star Trek: The Next Generatione Star Trek: Mirror Image, Star Trek:SPOCK: reflections insieme a Scott & David Tipton e Star e la trilogia di volumi legati al nuovo film di Star Trek del 2009: Star Trek: Countdown The Movie Prequel, Star Trek: Nero The Lost Years e Star Trek: The Movie Adaptation insieme al regista JJ Abrams, e gli sceneggiatori Orci & Kurtzman.

Ha inoltre creato, con gli sceneggiatori Bill Willingham e Bill Williams, il personaggio di Eddie Hope, sempre per la IDWpublishing.

Dopo aver realizzato la miniserie di esordio della serie True Blood basata sull’omonima serie televisiva del premio oscar Alan Ball, autore anche dei testi del fumetto, ha realizzato i due crossover evento della IDW Infestation-I ed Infestation-II insieme a Andy Lanning e Dan Abnett il primo e con lo scrittore noir Duane Swierczynskie e sulla serie Ultimate Spiderman per la Marvel con Brian Michael Bendis.

Per la IMAGE comics crea, assieme allo sceneggiatore Joe Casey, la maxiserie The Bounce.

Di seguito realizza il prequel del nuovo film di Star Trek In To The Darkness assieme a Mike Jhonson e torna alla miniserie Ultimate Comics Wolverine: origins insieme a Cullen Bunn e lavora sulla serie Wolverine and The X-Men assieme a Jason Latour.

Per la DC realizza una run di Catwoman con Genevieve Valentine e lavora su Midnigther ed Action Comics #50.

Per la IDW sulla serie di Rom the Spaceknight con Chris Ryall e Christos Cage al quale segue una run su Wonder Woman con testi di Shea Fontana ed il rilancio di Cloak & Dagger per la Marvel su testi di Dennis Hopeless.

Nel 2019 ha realizzato la miniserie evento Star Trek: Q Conflict su testi di Scott e David Tipton e sulla serie Red Hood The Outlaw con Scott Lobdell.

Nel 2020 ha disegnato la mini Ironheart2020 su testi di Vita Ayala e Danny Lore ed è attualmente al lavoro su Trial Of Magneto e Star Wars War Of Bounty Hunters per la Marvel e su un nuovo progetto creator owned per la Aftershock.

Membro fondatore del collettivo Kaiju Club, ha esordito come autore completo, sul mercato italiano, spagnolo e francese con il volume 3Keys per Shockdom Edizioni, pubblicato in seguito in America per la Image Comics.

Nel 2022 realizza alcune delle illustrazioni per il videogioco FIFA 2023 e la copertina del disco Maestrale, de Il Muro Del Canto.

Sempre nel 2022 ha realizzato la serie Han Solo & Chewbacca con Marc Guggenheim per la Marvel/Lucasfilm con la quale continua a collaborare su speciali e storie brevi.

Attualmente è al lavoro sulla miniserie Rocketeer in The Den Of Thieves per la IDW Publishing, su testi di Stephen Mooney.

Dal 2002 insegna presso la Scuola Internazionale di Comics di Roma.

Ideato e diretto da Gianlorenzo Franzì, già collaboratore di Cinematografo di RaiUno e membro di giuria dei Nastri d’Argento, il LIFF nasce nel 2007, e da allora ha ospitato e premiato artisti del calibro di Abel Ferrara, Peter Greenaway, Lars Von Trier, Carlo Verdone, Lina Wertmuller, Mario Martone e tantissimi altri. Fino a Toni Servillo e Ornella Muti, star del 2022, quando il LIFF, finanziato con Avviso Pubblico dalla Calabria Film Commission, ha trovato posto nel parco della Pedichiusa, in pieno centro storico di Lamezia.

Il LIFF10 proseguirà con numerosi altri ospiti. Il programma completo è disponibile sul sito: lameziainternationalfilmfest.wordpress.com

Il Premio Ligeia – Esordi d’autore viene assegnato agli esordi degli autori più importanti di cinema italiano e internazionale, contestualizzando il film nella sua epoca storica e culturale. Prende il nome dalla sirena Ligeia che, secondo la leggenda, avrebbe dato vita ai primi insediamenti della città di Lamezia.

Lascia un commento

Your email address will not be published.
*
*

Shopping cart0
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
0